Lo standard del Drahthaar

standard cane drahthaar

Anche il suo standard di lavoro è un vero inno alla moderazione ed alla funzionalità.
L’andatura richiesta dallo standard è un galoppo energico ma non impetuoso, con falcata piuttosto raccolta e continua.
La testa deve essere portata alta, ma senza esagerazioni, con la canna nasale sull’orizzontale o quasi.
In condizioni avverse o difficili la testa può abbassarsi sino ad allinearsi con la linea dorsale o appena al di sotto.
La coda è portata preferibilmente sul prolungamento della linea dorsale, o leggermente al di sotto.
La cerca del Drahthaar viene definita diligente ed analitica. Deve adeguarsi con immediatezza ai cambiamenti contingenti, che riguardino il terreno o la selvaggina.
In terreno aperto la cerca è metodica e regolare, con l’aacet mediamente spaziati che possono essere anche discretamente ampi.
Su un terreno coperto o impervio la cerca deve essere svolta con adattabilità, coraggio ed iniziativa.
In condizioni difficili, per risolvere particolari problemi di emanazione e quindi di reperimento del selvatico, il Drahthaar può effettuare brevi fasi di accertamento a terra.
Dalla ricerca sviluppata da questo cane, deve sempre trasparire la sua genericità di impiego e la adattabilità innata alle variazioni ambientali e di selvatico.
Se il cane ha l’errata impressione della presenza del selvatico deve rallentare l’andatura, portandosi anche al trotto e rimontare la sorgente di emanazione potendo accennare a brevi arresti.
Quando ha avuto lieve indizio della probabile presenza del selvatico, se ne rende conto e va in ferma. Oltre ad essere estremamente duttile, ha grande intelligenza e senso del selvatico.
Pur contando su un buon numero di estimatori, questa razza non è certo ai primissimi posti tra le preferenze dei cacciatori.
I cani da ferma inglesi ottengono un numero di iscrizioni clamorosamente superiore.
Il motivo principale è da ricercare nella diceria che lo vedrebbe testardo, indocile e perfino aggressivo.
Molti sono convinti che sia un cane mordace, che non va d’accordo con i suoi simili, e che può anche rivoltarsi all’uomo.
La realtà è completamente diversa: come potete vedere, il Drahthaar risponde splendidamente all’addestramento, tanto che potrebbe svolgere senza problemi tutti gli esercizi di obbedienza di una prova per cani da utilità.
Se ben allevato, è tranquillo e paziente con le persone (bambini compresi), ma è pacifico anche con gli altri cani.
Lo standard del Drahthaar richiede un carattere un carattere fermo, controllato, equilibrato, senza timori nei confronti del selvatico, non timido né aggressivo.
Pertanto è evidente che i soggetti mordaci o poco equilibrati di cui abbiamo parlato poco fa erano cani fuori standard, che non avrebbero mai dovuto essere adibiti alla riproduzione.
Passiamo ora alla parte morfologica dello standard, che richiede un aspetto nobile ed un manto duro che fornisce alla pelle una protezione perfetta.
L’espressione deve essere attenta ed energica.
Proporzioni essenziali: la lunghezza del tronco e l’altezza della spalla devono essere il più possibile uguali.
Per saperne di più….

Precedente Qual è il sogno proibito di ogni cacciatore? Successivo La toelettatura di un Drahthaar