Fox terrier: domande e risposte

Liscio o ruvido?
La scelta è difficile, perché ognuna delle due razze ha un fascino tutto suo. Da questa parte abbiamo l’eleganza, la 20544364raffinatezza, forse anche un filo di snobismo. Sembra che il Fox a pelo liscio “sappia” di essere stato il cane dei nobili, e oggi ha l’aria un po’ altezzosa e un po’ malinconica di un re in esilio.
Dall’altra parte si risponde con una delle “facce” più simpatiche dell’intero panorama canino: un po’ filosofo e un po’ buffone, il Fox ruvido ispira allegria, e questo è sicuramente uno dei motivi che hanno decretato il suo successo.
Ma c’è anche il fatto che agli inizi del ‘900 si cominciavano a prestare molta attenzione alle tecniche di toelettatura: e diventava un vero punto d’onore presentare sul ring cani dall’aspetto curato.
Le nuove tecniche resero il Fox ruvido assai più gradevole a vedersi, ma indussero anche molte persone ad allevarlo proprio per poter mettere in evidenza le proprie doti di toelettatori.
Non è la natura, infatti, che “scolpisce” questi cani: è proprio il toelettatore che deve partire da questo buffissimo “capellone” e riuscire a tirarne fuori un elegante Fox terrier.

Il Fox va tenuto in casa o in giardino?
La risposta sembrerebbe legata al pelo, ma in realtà non è proprio così. Anche il Fox liscio è fornito di buon sottopelo, e nulla gli vieterebbe di vivere all’aperto: quanto al ruvido, ben protetto dal suo rustico mantello, ovviamente non ha alcun problema di temperatura.
Dargli la possibilità di muoversi in spazi aperti presenta un doppio vantaggio: il cane si sentirà pienamente soddisfatto,e anche noi, in casa, avremo un compagno tranquillo, senza sovraccarichi di energia da sfogare.

Cosa prevede lo Standard di razza per il Fox a pelo liscio?

L’aspetto generale è quello di un cane attento, di espressione intensa, sempre in attesa.
La testa presenta un cranio piatto, moderatamente stretto, che si restringe gradualmente verso gli occhi.
Un modesto stop (salto naso-frontale) deve essere apprezzabile.
La testa, piuttosto grande rispetto alla taglia, deve apparire decisamente lunga e forte, ma senza alcun accenno di pesantezza.fox terrier
Gli occhi sono scuri, piccoli, piazzati abbastanza profondamente e più rotondi possibile, con espressione vivace e intelligente.
Le orecchie sono piccole, a forma di V, cadenti in avanti vicino alle guance, e non pendenti ai lati della testa. Il tartufo è nero, con narici bene aperte.
La dentatura dev’essere corretta e completa, con denti piuttosto grandi rapportati alla taglia.
Il collo è asciutto e muscoloso, senza giogaia, e si allarga gradualmente verso le spalle: la sua lunghezza è all’incirca uguale a quella della testa:
Gli arti anteriori, di forte ossatura, devono essere dritti: l’omero appare piuttosto verticale. Il tronco presenta un torace profondo, ma non largo: il dorso è corto, diritto e robusto. Il rene, potente, è leggermente arcuato.
Gli arti posteriori sono forti e muscolosi, con cosce lunghe e potenti, , ginocchio ben flesso e garretti vicini a terra.
I piedi sono piccoli, rotondi e compatti, con dita moderatamente arcuate e cuscinetti plantari duri e molto resistenti.
La coda solitamente viene amputata: viene lasciata piuttosto lunga per conferire maggiore eleganza alla linea del cane.
Il colore può essere unicolore bianco, bianco con pezzature nere oppure color fuoco. In tutti i manti, il bianco deve predominare.
La taglia viene espressa soltanto attraverso il peso, che va dai 7 agli 8 kg per i maschi e dai 6,8 ai 7,7 kg per le femmine: vi corrisponde un’altezza al garrese ideale di 41 cm. per i maschi e di 38 cm. per le femmine.

Il carattere forte e il coraggio senza limiti di queste razze ne fa dei tipi da prendere con le molle: ma un cane non è fatto solo di istinti. Il comportamento di un cane è legato alle sue caratteristiche di razza, ma anche alla selezione umana e al modo in cui il cucciolo viene allevato ed educato.
Se questi piccoli “piranha” rosicchia-tutto non fossero indirizzati e guidati fin dal primo momento in cui entrano in casa…penseremmo di non avremo comprato un cucciolo, ma una furia scatenata!
Dovremo educarlo e “gestirlo”, dirigendo i suoi giochi e facendogli capire subito che siamo noi a decidere il “come” e il “quando”: in questo modo riusciremo ad ottenere un cane civile e… abbastanza obbediente (non ci possono aspettare miracoli da un Fox), che potrà accompagnarci in ogni occasione e che seguirà sempre le nostre direttive, anziché tentare di comandarci a bacchetta.

Ricordiamo che il Fox è sempre un cane molto dominante: è questo che rende difficile la convivenza con i suoi simili, ma è questo anche il motivo per cui molti padroni finiscono per farsi mettere…le zampe in testa, diventando succubi del loro cane.
Se questo accade, però, la colpa è sempre dell’uomo: un Fox ben allevato, guidato con polso fermo ma dolce, è sempre un compagno spiritoso, simpatico e piacevole.
Che a volte ci prenda anche in giro, rispondendo al nostro richiamo con la “prontezza” che stiamo osservando, è un dato di fatto: ma un conto è avere un cane capace di scherzare, e un altro è possedere un piccolo ed arrogante despota!

Tutto su le caratteristiche dei questa splendida razza.

Precedente Il Fox Terrier: quale tipo preferisci? Liscio o Ruvido Successivo Wire Fox Terrier: lo standard del Fox ruvido