Il cane più piccolo con un cuore grande

cane
I cani che vivono a strettissimo contatto con l’uomo, come quelli da compagnia, sviluppano un’intelligenza assai maggiore di quelli che vivono sempre in giardino.
Questo non significa che i cani da compagnia siano tutti Einstein a quattro zampe: ma il contatto costante con esseri intellettivamente superiori a loro (almeno, così si spera!) li spinge ad aprire al massimo la mente, avvicinandosi sempre più al nostro modo di vivere.
Il “cuor di leone” del chihuahua, approfondendo il discorso dei rischi che può comportare.
Il primo, naturalmente, è quello di non rendersi conto della fragilità legata alle sue dimensioni:
questo chihuahua americano, Toby, ha ottenuto una medaglia al valore per aver sfidato un pit bull che minacciava il suo padrone… ma solo per miracolo questa storia è finita bene. Quindi attenzione, per strada, ai cani più grandi.
Il chihuahua si sente anche un agguerrito cane da guardia, disposto ad affrontare qualsiasi malintenzionato: ma purtroppo non possiede “le fisique du rol”.

Attenzione per scoprire non piccole ma grandi curiosità su questi cagnolini, non vi resta che  leggere qui.

Precedente Chihuahua: le origini del cane più piccolo Successivo Insalata di Chef Guerrino con Ananas e Cetrioli